Amici del Calcio - Logo
 
  » AMICI DEL CALCIO : CHI SIAMO
La longevità del Campionato Amici del calcio trova motivazione nelle profonde radici che lo hanno originato: una iniziativa amatoriale che con coerenza ha continuato a fare calcio amatoriale destinato ad amatori del calcio.
Una iniziativa libera da vincoli, non assoggettata ad organismi istituzionali, una "open source" sportiva, autogestita ed autofinanziata.
E' rimasta nel tempo semplice, come semplice è il gesto di calciare una palla, lontana da facili grandi chimere che il pallone nostrano propone già
dai primi gradini di una vorticosa scala il più delle volte fine a sè stessa.
Senza padrini, fuori da scenari politici di qualsivoglia fatta, orgogliosamente autonoma.

Gli Amici del Calcio non esprimono probabilmente un alto livello tecnico ma rimangono una bella pagina di democrazia diretta, che meriterebbe maggiore riflessiva attenzione da chi di democrazia dovrebbe occuparsi, magari a tempo pieno.
  » AMICI DEL CALCIO : CORREVA L'ANNO 1985...

Tutto cominciò quella volta

Un gruppo di squadre amatoriali (12) decise di cominciare un'avventura che prosegue tutt'ora. Infatti le suddette squadre che partecipavano al campionato amatori CSI (Centro Sportivo Italiano) alla ventilata ipotesi che per la stagione successiva ci sarebbero stati dei cambiamenti (leggi incontri arbitrati da un dirigente di una delle due squadre) decisero in un riunione che si tenne in quel di Rivarotta di Pasiano di gestire autonomamente il primo campionato amatori della provincia di pordenone. Promotore principe fu Angelo Bressan che assieme al designatore arbitrale Ennio Baldassi iniziò la gestione del campionato.

All'inizio della terza stagione (87/88), causa impegni di lavoro, la gestione passò da Angelo Bressan a Martin Italo, Tonus Giaccomo con un aiuto (per un breve periodo) di Maccan Cipriano e Daventini Gianni . Nel giro di qualche anno la stagione 95/96 raggiunse il numero di ben 52 iscrizioni suddivise in 4 gironi.

Anche la gestione arbitrale ha subito delle variazioni infatti dopo Ennio Baldassi subentrò per qualche stagione Sergio Trusgnach fino all'attuale designatore Riccardo Forniz.

Attulamente le squadre iscritte sono 31 con dislocazione nella provincia i pordenone e nel vicino trevigiano.
  »